TOP 5 miti sui cani di piccola taglia e sulla loro educazione

ITstyle4dogs TOP 5 miti sui cani di piccola taglia e sulla loro educazione

Ovunque guardiamo vediamo molte diversità nel mondo dei cani. A volte sono differenze vere e proprie create dalla natura, altre nate da falsi stereotipi. Questi  ultimi provengono tipicamente da dicerie sentite in giro, come ad esempio quelle sui cani piccoli.

Viviamo in un’ epoca in cui l’accesso all’informazione è oramai alla portata di tutti, e questo dovrebbe rendere facile sfatare questi miti. Sfortunatamente invece sono ben radicati nella mente delle persone, nonostante tutto.

Ad esempio, se il cane grosso di un nostro vicino di casa sta dando dei problemi nel condominio ne sentiamo subito parlare, mentre se si tratta di un cane piccolo non viene dato molto peso alla cosa. Ovviamente non significa che il fatto sia meno spiacevole.

Elenchiamo qui di seguito alcuni di questi miti, diffusi tra proprietari di cani di piccola taglia ma anche tra gli allevatori (ne troviamo traccia nei loro blog e siti internet…):

1. Un cane piccolo non può fare del male a nessuno

Davvero? Ogni volta che lo sentiamo, proviamo ad immaginare un cane così piccolo che pesa quanto una piuma, ma i suoi denti sono di gomma? Che problema avrebbe a mordere un dito di un adulto o di un bambino? O la faccia? O qualsiasi altra parte del corpo?

ITstyle4dogs TOP 5 miti sui cani di piccola taglia e sulla loro educazione

2. Un cane piccolo è perfetto per i bambini

Prima di tutto, i cani di piccola taglia – specialmente nel periodo della cucciolata – sono piuttosto delicati. Se un bambino di due anni cade o accidentalmente si siede su un labrador non gli farà molto male (stiamo parlando di danni fisici), nel caso di un yorkshire può essere molto diverso. Secondo, i genitori si dedicano principalmente al bambino, spesso dimenticandosi del cane, perché “dopotutto è piccolo e non ha bisogno di molte attenzioni”. Il cane, sentendosi messo da parte, può diventare aggressivo ed in alcuni casi anche rivoltarsi contro il bambino. Risultato: il cane probabilmente verrà allontanato e magari dato ad un canile per essere riadottato.

3. Non c’è bisogno di addestrare un cane piccolo

Interessante. In particolare, invece di addestrarlo, lo si coccola in continuazione. Tanto anche se tira quando lo portiamo a passeggio, essendo piccolo, non abbiamo bisogno di essere forti per controllarlo. A questo si aggiunge la credenza che addestrare un cane piccolo lo sottrae al suo periodo di infanzia più rapidamente…niente di più falso!

Al contrario, se ci esercitiamo con un cane grosso in mezzo alla strada, la gente ci ammira, perchè dimostriamo di avere il controllo su un animale di taglia consistente. Mentre se lo facciamo con uno piccolo non abbiamo cuore, perchè lo stiamo facendo sforzare troppo!

ITstyle4dogs TOP 5 miti sui cani di piccola taglia e sulla loro educazione
ITstyle4dogs TOP 5 miti sui cani di piccola taglia e sulla loro educazione

4. Avere un piccolo cane ti solleva dall’obbligo di “raccogliere”

Per qualche ragione, anche i padroni che non rientrano nel gruppo di credenti dei miti sopra detti, ritengono di essere esonerati dal pulire, dato che il loro vicino di casa non lo fa e ha un cane molto più grosso del loro. E i bisogni di un cane piccolo tutto sommato non si vedono così tanto.

Non siamo d’accordo, i bisogni sono bisogni, di qualsiasi peso e dimensione, punto. Bisogna raccogliere, e ci aspettiamo che lo facciano anche gli altri. Perché? Perché è nostro dovere, non ci sono scuse.

5. Il cane piccolo ha il permesso di abbaiare liberamente

Questo purtroppo deriva da un comportamento scorretto dei padroni. Quando un cane è eccitato e comincia ad abbaiare insistentemente per qualsiasi motivo possa avere, il padrone cerca di calmarlo con carezze e coccole. Il cane percepisce questo comportamento come un premio per quello che sta facendo, e otteniamo il risultato opposto. E questo radica l’abbaiare nel suo comportamento quotidiano.

ITstyle4dogs TOP 5 miti sui cani di piccola taglia e sulla loro educazione
ITstyle4dogs TOP 5 miti sui cani di piccola taglia e sulla loro educazione

Morale della favola: un cane piccolo è sempre un cane, e la decisione di adottarlo deve essere ben ponderata come per qualsiasi altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *